La riedizione delle due stagioni della serie “cult” di David Lynch degli anni ’90 in bluray

Abbiamo visto per voi la riedizione della “Ultimate collection” di “Twin Peaks”, la serie tv cult anni 90 magistralmente ideata e diretta dal grande David Lynch. Si tratta della ripubblicazione su blu ray della collezione completa uscita un paio di anni fa, completamente rimasterizzata in HD sia nell’audio che nel video, contenente ben 10 dischi con entrambe le stagioni della serie, più il prequel del 1992 “Fuoco cammina con me” e una vera miriade di contenuti speciali. L’unica differenza con l’edizione precedente, dal titolo “The entire mistery”, è nel packaging: laddove c’era una doppia copertina cartonata con il viso di Laura Palmer sovrapposto (sia da viva che da morta) e anche l’interno in cartone contenente i 10 dischi, qui la confezione è un semplice cofanetto di plastica contenente i blu ray.

a15uzup8zbl-_sl1500_

Il plot della serie è presto detto, e dai più già noto: nell’apparentemente tranquilla cittadina di Twin Peaks, una mattina viene rinvenuto il corpo senza vita di Laura Palmer, ex reginetta della scuola. L’agente dell’FBI Dale Cooper e lo sceriffo del luogo, Harry S. Truman, indagando portano alla luce i numerosi segreti degli abitanti della cittadina. Si scoprirà, tra l’altro, che Laura Palmer conduceva una doppia vita fatta di droga e sesso.

Nei primi anni ’90 fu un successo strepitoso a livello planetario, e il tormentone “Chi ha ucciso Laura Palmer?” era sulla bocca di tutti, tanto da spingere il geniale regista Lynch e lo sceneggiatore Mark  Frost a ideare e produrre un prequel per il cinema “Fuoco cammina con me”, appunto, e adesso, a distanza di 25 anni, a grande richiesta una nuova serie che vedremo nel 2017.

Immagini
Immagini

Ma veniamo alle caratteristiche tecniche dei dischi: Naturalmente l’aspetto più atteso dell’edizione era quello video, ovvero la grande novità di poter apprezzare “I segreti di Twin Peaks” in alta definizione. Ebbene l’attesa è stata ripagata, perché il video è davvero eccezionale, soprattutto pensando che si tratta di una serie televisiva di inizio anni Novanta. Pur con alcune lievi oscillazioni, la qualità è omogenea lungo tutte e due le stagioni. Il lavoro eseguito è stato ottimo, la pulizia è pressochè perfetta, qualche puntino bianco passa pressochè inosservato. Il dettaglio è sempre molto elevato: naturalmente prevale una certa morbidezza dovuta al girato di quella che è pur sempre una serie tv, c’è anche qualche rara sfocatura, ma la definizione permette di rilevare particolari prima nascosti e di apprezzare nella maniera migliore i paesaggi, gli ambienti e i volti dei personaggi. A colpire in modo particolare è un croma davvero esuberante e caldo: la resa è infatti molto efficace, i colori sono molto accesi e saturi, in qualche istante perfino un po’ troppo su certi blu e rossi, ma il tutto rispecchia le atmosfere della serie. Gli incarnati sono naturali, i neri profondi e compatti, e soprattutto non appaiono tracce di compressione. Dulcis in fundo, la grana è ben conservata e appare piacevolmente naturale, senza fastidiosi filtri. Per quanto riguarda invece “Fuoco cammina con me”,  il video risulta di buona qualità, anche se non altrettanto convincente della serie tv. Il dettaglio è soddisfacente, il contrasto sembra ben calibrato, ma il croma appare un po’ sbiadito, aspetto che si ripercuote soprattutto sugli incarnati. Buono invece il livello del nero e la pulizia generale, ma vanno registrate alcune flessioni in condizioni particolarmente ostiche, con una leggera rumorosità e lievissimi artefatti. Nulla di particolarmente preoccupante comunque, perché il livello complessivo resta più che discreto. Sul fronte audio la traccia italiana si ferma a un modesto dolby digital 2.0, però la qualità è più che soddisfacente. La traccia infatti è pulita e ben conservata, i dialoghi hanno un ottimo timbro e riproducono il suggestivo doppiaggio dell’epoca con grande efficacia. Buona anche la riproduzione della celebre colonna sonora. A seconda delle catene video audio utilizzate, è stato registrato un leggerissimo fuori sincrono in alcuni episodi, nulla comunque di particolarmente rilevante. Il problema è che la differenza con la traccia inglese, rimasterizzata addirittura in un formidabile DTS HD Master Audio 7.1, è davvero siderale. Switchando sulla traccia inglese, infatti, si apre davvero un altro mondo, pieno di effetti ambientali, minimi rumori e atmosfere ancora più inquietanti e suggestive. L’asse posteriore è infatti molto attivo e incisivo e anche il sub fa la sua parte con potenza ed energia, non solo nel rendere decisamente notevole la spazialità generale, ma anche nell’eccezionale resa delle musiche di Angelo Badalamenti. Insomma il coinvolgimento è davvero al top e permette di apprezzare il grande lavoro effettuato nel sound design. Qualche rilievo va fatto sui sottotitoli: nella sequenza del nano con i parlati difficilmente comprensibili, i sottotitoli italiano non partono in automatico come quelli inglesi, ma vanno inseriti manualmente. Ci sono inoltre alcuni sottotitoli italiani un po’ imprecisi e infine i sottotitoli in inglese sono solo per non udenti. Per quanto riguarda “Fuoco cammina con me” la traccia italiana in dolby digital 2.0 risulta discreta, con una spazialità dignitosa anche se non eclatante, ma con dialoghi puliti e una resa complessiva piacevole. L’inglese è proposto in DTS HD Master Audio 7.1, che grazie ai rear aggressivi e a un energico lavoro del sub, riesce a riprodurre in modo ancora più coinvolgente e avvincente le scene surreali, con grande direzionalità e dinamica elevata, per un’esperienza che nel complesso risulta fisiologicamente più cinematografica rispetto a quella della serie tv.

maxresdefault

Decisamente monumentale il reparto dei contenuti speciali, che comprende ore e ore di contributi e trova il suo fulcro nel disco 10, ma con vari altri corposi contributi disseminati negli altri dischi. Innanzitutto va detto che ogni episodio vanta la bizzarra introduzione della signora del ceppo, in lingua originale con regolari sottotitoli, presenti del resto su tutti gli extra. Negli otto dischi delle due stagioni, per gran parte degli episodi sono sempre disponibili anteprime e riassunti, senza dimenticare che nel disco 1, oltre alla versione originale di 94 minuti dell’episodio pilota, è presente anche quella internazionale di 113 minuti (solo in lingua originale), che praticamente contiene già un finale e si comporta come un film autonomo. Se i dischi 2 e 3 contengono anche promo e gallerie fotografiche, il primo vero contributo corposo lo si trova proprio nel disco 3 e si chiama La fetta di Lynch: 56 minuti in HD di tavola rotonda di  David Lynch con Kyle McLachaln, Madchen Amick e il supervisore della post-produzione John Wentworth  che discutono amabilmente del mondo di Twin Peaks e dei ricordi della lavorazione svelando curiosità e aneddoti. Sul disco 4 troviamo poi dodici scene tagliate per un totale di 14 minuti, e 2 minuti di fuoriscena con l’agente Cooper e lo sceriffo. Corposi i contributi presenti nel disco 5. Troviamo L’Archivio Glastonbury, ben 74 minuti di featurette, interviste, contributi, documenti di produzione e gallerie di immagini in SD, presenti già nelle versioni in DVD; quindi Ritorno a Twin Peaks, contributo di 20 minuti del 1997 con il festival Twin Peaks creato dai fans, e per chiudere un tour dei luoghi utilizzati come location (8′). Nel disco 6 troviamo una lunga serie di interviste a numerosi membri del cast, per un totale di circa un’ora, seguiti da un altro paio di brevi promo, e anche nel disco 7 troviamo un’altra corposa serie di interviste supplementari a cast e membri della troupe per un totale di 66 minuti. Il disco 8 dà spazio a quattro interessanti e approfonditi dietro le quinte in HD sulla creazione di Twin Peaks per un totale di ben 106 minuti: si parla della creazione dell’episodio pilota, della seconda stagione, della musica e poi dello sviluppo della storia, di casting, script, produzione e riprese. Il disco 9 è tutto dedicato al film che fa da prequel alla serie. E qui, ecco le attesissime scene tagliate. Fuoco cammina con me: i pezzi mancanti sono un prezioso contributo di addirittura un’ora e mezzo tra scene tagliate ed estese.  Ed eccoci al disco 10, tutto dedicato agli extra. Davvero suggestivo e interessante il contributo Tra due mondi, 38 minuti con David Lynch a colloquio con Ray Wise, Grace Zabriskie e Cheryl Lee come se fossero i personaggi interpretati nella serie, con i loro ricordi, le riflessioni e l’evoluzione degli stessi. A seguire 30 minuti nei quali il cast e la troupe di Fuoco cammina con me rievoca la cancellazione della serie, la genesi e l’idea alla base del film che fa da prequel. Di seguito ancora 31 minuti con riflessioni sul fenomeno Twin Peaks corredate da una serie di interviste, 13 minuti con i vari menu che si susseguono durante i dischi, poi altri trailer e fotografie di produzione.

Insomma, quanto di meglio in circolazione per rinfrescarsi la memoria-o per i più giovani conoscere questa mitica serie-in attesa della nuova stagione prossimamente in TV.

 


Francesco Arcudi

Francesco Arcudi è originario di Reggio Calabria, Farmacista, studia canto da 25 anni e da sempre è interessato alla musica e al cinema. Ha collaborato con varie testate locali e nazionali, ed è stato inviato per anni alla Mostra del Cinema di Venezia, alla Festa del Cinema di Roma e ad altri eventi cinematografici e musicali.

View all posts