” Les fantomes d’Ismael ” apre il Festival di Cannes 2017 e noi abbiamo incontrato il regista  Artaud Desplechin ed il cast tra cui spiccano il premio Oscar Marion Cotillard e la “nostra” Alba Rohrwacher.

Il Festival di Cannes 2017 rompe la tradizione di aprire con un grande film di produzione americana, basti pensare al “Cafè Society” di Woody Allen lo scorso anno, ma anche a Mad Max Fury Road di George Miller. Quest’anno tocca al film francese ” Les fantomes d’Ismael ” (leggi la nostra recensione) di Arnaud Desplechin, che ha come protagonista principale un bravo Mathieu Almaric, che sarà però oscurato sicuramente agli occhi degli spettatori da una sempre splendida Marion Cotillard. Insieme a lei per la prima volta insieme un’altra grandissima attrice di fama mondiale come Charlotte Gainsbourg, con a completare il cast Louis Garrell e la nostra Alba Rohrwacher. Ecco cosa ci hanno raccontato sul film che ha lasciato indifferente la stampa all’apertura del Festival di Cannes 2017!

Marion Cotillard 1

Ci sono due versioni di film, una più lunga, e sappiamo che in Francia usciranno entrambe.

Arnaud Desplechin: “Si è vero esistono due versioni che abbiamo deciso di realizzare con il montatore. noi abbiamo deciso di presentare qui al Festival di Cannes  la versione più sentimentale rispetto all’altra. Non sapevo quando ho cominciato a scrivere il film dove sarei andato a finire con il testo e anche i miei assistenti leggendo le prime stesure mi hanno fatto tanto domande. Con Marion abbiamo discusso a lungo su come realizzare la sceneggiatura  e l’idea stessa del film relativa al suo personaggio di Charlotte, per un’attrice che io adoro e che in tanti film è stato in grado di esprimere al meglio i suoi sentimenti”.

Per Marion Cotillard, come si è trovata a recitare come un fantasma che reclama il suo nome e la sua identità in tribunale?

Marion Cotillard:” Per me è stato un ruolo molto ricco ed intenso e tutte questo  viene riversato nel personaggio di Charlotte. Non saprei descrivere  il mio metodo di lavoro neanche se dovessi spiegarlo a me stessa, ma ho cercato di dare veramente un respiro e un’anima a questo personaggio davvero particolare che riappare dopo più di 20 anni. Il mistero di questa donna,  questo fantasma,  resterà inalterato per tutto il film e anche la mia performance doveva lasciare questa traccia”.

Arnaud Desplechin aggiunge: “Si è vero lei nel suo ruolo ha dato veramente un aspetto reale ad un fantasma alla ricerca del suo antico amore. Marion è riuscita a dare veramente un incredibile spessore a questo personaggio fantastico”.

Marion Cotillard 2

Come nasce l’idea del film?

Arnaud Desplechin: “L’idea di questo film per me è stata quella della seconda chance nella vita, una nuova occasione per il protagonista come nel film “Monsieur le president” in cui rifiutava il suo ruolo anche il mio personaggio cerca di dare una via differente alla sua vita”

Com’è stato per Mathieu lavorare di nuovo con Arnaud?

Mathieu Almaric: “In questo film mostriamo una Parigi amorosa. Nella mia carriera ho fatto diversi ruoli e mi piace rincontrare il mio amico Arnaud, è stato veramente un lavoro magnifico”.


Commenta su Facebook!

robertoleofrigio

View all posts

RSS I Film in uscita

Inline
Inline

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi