Il Commissario Ricciardi, terza puntata: anticipazioni 8 febbraio

Il Commissario Ricciardi torna con la sua terza puntata nel prime-time di Rai 1 dell’8 febbraio 2021. Che cosa succederà questa volta nella fiction con Lino Guanciale? Forte degli ascolti ottenuti con il debutto, lo show continua a catturare l’attenzione del pubblico italiano.

Le anticipazioni de Il Commissario Ricciardi ruotano attorno a un nuovo caso per il noto ispettore: questa volta dovrà indagare sulla morte della duchessa di Camparino. Intanto, il protagonista si avvicinerà sempre di più ad Enrica.

Dove siamo rimasti

Nella seconda puntata de Il Commissario Ricciardi, l’ispettore inizia a indagare sulla morte di una cartomante, Carmela Calise. Dietro la sua attività da veggente si cela però anche l’animo di una persona dedita all’usura. L’indagine non sarà semplice, ma piena di quell’amore che permetterà al protagonista di fare un fatale incontro. Avrà il nome di Enrica (Maria Vera Ratti), una donna che potrebbe persino aiutarlo a dimenticare la giovane dirimpettaia. Un vero e proprio colpo di fulmine fra i due, che lascerà l’ispettore senza parole.

Il Commissario Ricciardi, terza puntata: anticipazioni e trama

In uno dei mesi più caldi, Ricciardi continua a dividersi fra lavoro e vita privata. L’incontro con Enrica va ancora a gonfie vele e i due sembrano avvicinarsi sempre di più. I pensieri dell’ispettore però sono occupati anche dal nuovo caso posto alla sua attenzione: qualcuno ha ucciso la duchessa di Camparino. Una donna bella e spesso al centro delle chiacchiere dei concittadini e che proprio per questo metteranno in crisi le abilità del protagonista.

Non sarà facile seguire le diverse piste che sembrano portare all’assassino, soprattutto perchè i sospettati saranno più del previsto. Le anticipazioni de Il Commissario Ricciardi ci confermano anche un ritorno. Dopo aver lasciato Napoli per qualche tempo, Livia tornerà in città con precise intenzioni. Non permetterà a Ricciardi di dimenticarla: riuscirà a riconquistarlo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *