Allerta arterie: ecco i cibi da non mangiare mai, attenzione

Per contrastare in maniera efficace l’allerta arterie dobbiamo controllare attentamente i cibi che ingeriamo tutti i giorni. Spesso, infatti, pecchiamo di ingenuità o di superficialità nel considerare il corretto apporto nutritivo degli alimenti. A risentirci fin da subito è la nostra salute soprattutto quando concerne il sistema cardiocircolatorio.

È proprio il sistema cardiocircolatorio a patire di più le nostre scelte alimentari sbagliate. E in particolare le nostre arterie. Sono loro infatti a portare il sangue in circolo in tutto il nostro organismo e lo devono fare nel giusto tempo a disposizione. Quando esageriamo con i cibi ipercalorici si possono provocare dei depositi sulle arterie, i quali rallentano il flusso ematico andando a provocare danni ben peggiori.

I primi sintomi che si riscontrano a seguito di questi depositi indesiderati possono essere: i valori di glicemia alta o la presenza di diabete mellito. Le conseguenze possono essere piuttosto serie e pericolose come ictus e infarti. Pertanto, teniamo pulite in salute le nostre arterie così da non ricorrere a cure spesso fastidiose.

Allerta arterie: cosa dobbiamo evitare di mangiare

Per tenere in salute le nostre arterie dobbiamo evitare tutti quei cibi considerati troppo dolci, troppo grassi e troppo elaborati. In sostanza, tutti quegli alimenti che stuzzicano il nostro appetito. Stiamo parlando degli snack, le patatine fritte, i dolci, la pizza e i panificati. Non dobbiamo per forza eliminarli ma limitarne il consumo, intervallandoli a pasti più salutari a base di verdura e proteine.

L’allerta arterie si scatena in concomitanza con un consumo esagerato di questi particolari cibi che non portano alcuna qualità nutrizionale all’interno del nostro organismo. Perciò, la normale funzionalità del nostro corpo si inceppa e nascono i problemi. Gli snack così come le patatine fritte in sacchetto sono insaporiti con additivi chimici che sono dei potenziali tossici e non hanno alcun apporto nutrizionale. Purtroppo, sono alquanto invitanti e quando siamo soliti mangiarne facciamo fatica a smettere.

Lo stesso dicasi dei dolci perché lo zucchero funziona come una droga e ne rimaniamo assuefatti. Facciamo fatica a eliminare i dolci dalla dieta se li mangiamo tutti i giorni. La conseguenza è un aumento di glucosio nel sangue e la comparsa della glicemia alta, se non peggio la possibilità che compaia il diabete.

Poniamo attenzione ai panificati

La nostra amata pizza così come il pane e tutta la famiglia dei panificati contiene degli zuccheri complessi. Rientrano fra i carboidrati che sono il motore che attiva l’energia per tutto l’organismo: mente e corpo. I carboidrati sono utilissimi e non dobbiamo cancellarli dalla dieta. Però dobbiamo fare attenzione a non consumarne troppi. Se mangiamo un piatto di pastasciutta evitiamo di mangiare del pane perché andremo a sommare zucchero che diventa così in eccesso e si attiva l’allerta arterie.

Alterniamo la pasta al pane e se consumiamo grissini, focacce o pizza non aggiungiamoci anche il dolce. Selezioniamo con cura i cibi che devono essere ripartiti con una porzione di carboidrati, una di proteine, una di grassi e una di verdure che ci forniscono i micronutrienti: vitamine e minerali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *