Se hai le 1000 Lire con Maria Montessori sei ricco: ecco quanto valgono

Il denaro ha  indiscutibilmente avuto un impatto assolutamente non trascurabile nella storia umana: risale oramai a diversi millenni fa l’ideazione del denaro “fisico” come valuta fissa, che determina il valore di un bene attraverso monete, e solo molto più tardi con banconote.

A partire dalla rivoluzione industriale il denaro è divenuto effettivamente qualcosa di utilizzato da ogni fascia di popolazione, ed a partire dal secolo scorso ha trovato diffusione capillare. Valute divenute storiche come la lira sono ancora molto “vive” nella memoria di tantissimi italiani e appassionati collezionisti che immediatamente riconoscerannoo un’emissione così iconica come la 1000 lire con Maria Montessori.

Emissione iconica

Si tratta dell’ultima emissione cartacea sviluppata dal nostro paese, e sebbene ha avuto una “vita” noon lunghissima, è divenuta tra le emissioni più diffuse. La 1000 lire Montessori rappresenta tutt’ora, in un significato anche abbastanza “nostalgico”, dato che identifica un po’ l’intera valuta. E’ stata stampata in un grande numero di esemplari dal 1990 fino a poco tempo prima della dismissione della valuta, ed utilizzata massicciamente fino al 2002.

Riconoscibile anche per il volto di Maria Montessori, storica scienziata ed educatrice, ideatrice del rivoluzionario metodo didattico che porta il suo nome. La banconota è di piccolo taglio e presenta oltre al volto della Montessori, un dipinto di Spadini del 1918 conosciuto come Bambini allo studio.

Ecco quanto valgono le 1000 lire con la Montessori: “pazzesco”

Il valore è proporzionato al livello di rarità delle banconote. Le più rare fanno parte della serie sostitutiva, riconoscibile per le prime lettere che contraddistinguono il seriale, che è sempre una X. Le sostitutive sono più ricercate perchè meno frequenti, concepite per prendere il posto delle banconote rovinate.

Le  serie XA A, XB A, XC A, XD A, che possono valere fino a 200-220 euro se in condizioni perfette (fior di stampa), mentre il valore cala sui 100-150 per condizioni appena meno perfette. Anche una 1000 lire della primissima serie, riconoscibile per il seriale che inizia per AA e termina con un’altra A può valere anche 50 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *