Home » Home Video » Arrival: dal 10 maggio finalmente in home video lo sci-fi con Amy Adams e Jeremy Renner

Video 4,5/5:

Arrival, 2016, 720p.mkv_snapshot_00.38.13_[2017.05.18_16.18.08]

Denis Villeneuve e il direttore della fotografia Bradford Young in Arrival osano parecchio realizzando un film che dal punto di vista cromatico ha poco a che vedere con la classica definizione di film: colori slavati, quasi acquerelati; quasi del tutto assenti i colori primari si uniscono ad una definizione delle immagini volutamente sfocata e attenuata, volta ad amplificare maggiormente quel senso distopico e onirico che permea l’intero film. Tutt’altra musica i neri e i bianchi, accesi, quasi vibranti fanno da contrasto e accecano lo spettatore in almeno 3-4 sequenze di notevo impatto visivo ed estetico.Se si esclude una morbidezza (voluta) nella definizione delle immagini,nel contrasto, apparentemente sottotono, tecnicamente il film presenta un encoding digitale di notevole livello esente da qualsiasi difetto. Interamente girato in digitale, seppur con telecamere 4K, il film presenta in alcune sequenze, soprattutto quelle più naturali, una certa piattezza delle immagini tipica delle riprese in digitale, un piccolo difetto che però non toglie nulla alla bontà del master video.

Audio 5/5:

Arrival, 2016, 720p.mkv_snapshot_00.45.44_[2017.05.18_16.19.24]

Dal punto di vista audio Arrival viene proposto in originale e in italiano DTS-HD lossles a 7.1 canali per l’inglese ed a 5.1 canali per Italiano e francese. Un classico per i titoli di catalogo Sony ed un “must-have” per un film che giustamente si è portato a casa l’ambita statuetta per il miglior montaggio sonoro.  Il film è un magnifico mosaico di suoni, effetti e minuzie, un ricamo sonoro che si distacca quasi del tutto dal film per diventarne protagonista fuori campo. L’encoding è pressochè perfetto con canali ben spaziati, posteriore che lavora egregiamente sin dalla concitata scena iniziale ed un centrale che fortte e chiaro veicola i dialoghi dei protagonisti senza mescolarsi con l’effettistica e l’ambient. Un audio demo che sfrutta al meglio e al massimo tutte le potenzialità della codifica.

Extra 3,5/5:

Arrival, 2016, 720p.mkv_snapshot_00.53.05_[2017.05.18_16.20.46]

Sul Blu-ray di Arrival numerosi e consistenti gli extra, per la gioia di tutti gli amanti della fantascienza e del film; ben curati e oltre 80 minuti di contenuti speciali tutti in 1080p approfondiscono la genesi del film e molti dei processi creativi che hanno portato alal realizzazione dell’opera, ma vediamoli in dettaglio:

  • Xenolinguistica: comprendere Arrival (1080p, 30:03 min.): sguardo approfondito sulla storia alla base del film, dal libro al film, il processo creativo e la realizzazione dei personaggi principali; la costruzione e l’ideazione delle navicelle spaziali, degli esseri alieni, delle location e il lavoro del regista Denis Villeneuve;
  • L’eterno ritorno: il risultato (1080p, 11:24 min.): la realizzazione delle musiche e della colonna sonora;
  • Tracce acustiche: la progettazione del sonoro (1080p, 13:59 min.): L’uso del sonoro nel film, il suo utilizzo come “carattere” del film, cosa esso rappresenta e numerosi dettagli e informazioni tecniche sul sound design del film;
  • Pensiero non lineare: il processo di montaggio (1080p, 11:20min.): il processo di editing del film, come è stato realizzato e come esso abbia dato corpo all’intera opera;
  • Principi di tempo, memoria e linguaggio (1080p, 15:24 min.): alcuni elementi presenti nel film trattati dal punto di vista scientifico.

 

Un film vivamente consigliato in una edizione di pregevole fattura che vale fino all’ultimo centesimo il prezzo d’acquisto. Un film inusuale ma mai banale che vi immergerà nella storia fino alla fine. Una delle migliori uscite home video di maggio 2017. Vivamente consigliato.

 

 

 

Commenta su Facebook!

albertodelforno

View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *