Spider-Man: Homecoming – Intervista a Tom Holland | Dal provino alla trasformazione dell’attore

Sta girando il mondo per promuovere Spider-Man: Homecoming. Cosa significa per lei questo personaggio e cosa le ha dato il mondo Marvel?

Tom Holland: “Questo lavoro ha completamente ribaltato la mia vita, quando ho visto Avengers ho saputo di voler far parte di quel mondo Marvel. Essere qui e promuovere il primo film Spider-Man nel mondo con gli Avengers è una cosa che non avrei mai potuto immaginare. Marvel e Sony hanno dato la responsabilità ad un ragazzo così giovane, spero di far bene e ripagarli”.

Ho letto l’intervista in cui parli di come sei stato scelto per il tuo ruolo in Spider-Man: Homecoming, vuoi raccontarlo?

Tom Holland: “Avevo fatto 8 provini in totale e mi è stato detto dalla Marvel che l’indomani avrei saputo se sarei diventato spider-man. Dopo 6 settimane ho visto la foto che diceva andate sul sito per scoprire chi sarà Spider-Man sono andato lì e quando l’ho letto sono impazzito correndo. Il mio fratellino ha detto che c’era stato forse un hackeraggio perché non mi avevano avveritito. Poi Kevin mi ha chiamato per dirmelo ma io lo sapevo già”.

New York è stata ripresa in molti film di supereroi, cosa si è dovuto inventare di nuovo?

Jon Watts: “L’abbiamo vista in tanti film, ma soprattutto Manhattan invece ci sono tanti luoghi da esplorare come il Queens di Peter Parker e volevo farla vedere avendo vissuto molto lì”.

Spider-Man: Homecoming – Intervista a Tom Holland | Le paure sul set

Hai una formazione da ballerino, ma quale scena ti ha impaurito di più?

Tom Holland: “La danza ti può preparare, ma non puoi mai essere preparato a cadere da 60 metri con un cavo. Mentre mi cambiavo una volta ho mangiato due cicken burgers, mi hanno richiamato quindi mi sono rimesso il costume da spider-man e un’imbracatura e sentivo gli hamburger salire lungo l’esofago e mi avrebbero tirato giù violentemente dal cornicione. Ma quando hai il costume di Spider-Man se vomiti tutto resta nella maschera ed ero terrorizzato”.

Spider-Man: Homecoming
A tu per tu con Tom Holland e Jon Watts – Spider-Man: Homecoming

Spider-Man: Homecoming – Intervista a Tom Holland | La campagna anti-bullismo

La Panini ha pubblicato un fumetto con tre storie per contrastare il bullismo nelle scuole, qual è la sua idea sulla posizione di Spider-Man?

Tom Holland: “Peter Parker è un buon simbolo per i ragazzi, è uno sfigato figo. Io studiavo anche se non era figo, Peter fa tutte e due le cose. Questo vuol dire che anche un secchione può essere uno di successo e popolare. Si può essere così anziche occuparsi solo di sport. Spero che questo film possa stimolare un’emolazione”.

Che effetto fa essere trasformato in un’action figure?

Tom Holland: “Molto strano, io sono cresciuto con la sua action figure ed è stranissimo che ora ne ho uno che sono io. La prima versione che mi hanno mandato del giocattolo non aveva nulla a che vedere con me, era somigliante e forse un insulto quindi l’ho fatto rifare. Ne hanno mandata in produzione un’altra”.

Spider-Man: Homecoming – Intervista a Tom Holland | Dalle origini ad oggi

Com’è stato fare uno Spider-Man senza la storia delle origini per la prima volta?

Tom Holland: “Tutti conoscono quella parte lì della storia, conosco questo personaggio da quando avevo 5 anni ed è stata una continuazione della Civil War. Dovevo continuarla per 90 giorni, non sentiamo la mancanza della storia delle origini”.

Vi ricordiamo che l’uscita di Spider-Man: Homecoming è prevista per il 6 Luglio 2017. Continuate a seguirci per ulteriori news sul film.

Spider-Man: Homecoming | Il trailer ufficiale HD in italiano!

Rimani aggiornato su tutte le news su Tom Holland, vieni a trovarci nelle nostre pagine partner dedicate a Spider-Man!

E non dimenticarti di visitare anche la pagina dedicata a Spider-Man: Homecoming ed a tutto l’universo Marvel!

Commenta su Facebook!

Thomas Cardinali

Giornalista pubblicista appassionato di cinema, serie tv e sport. Dopo aver gestito un blog e aver collaborato con testate nazionali (Romanews.eu, Blogdicultura, FilmUp) ed internazionali (melty.it) ho deciso di dedicarmi al nuovo progetto di Talky per un network indirizzato al pubblico under 30.

View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS I Film in uscita