Cars 3, il nuovo film d’animazione Pixar diretto da Brian Lee, uscirà nelle sale questo giovedì, il 14 settembre. Ecco la nostra recensione!

Esce nelle sale il 14 settembre il nuovo film d’animazione Pixar diretto da Brian Fee, Cars 3. Sequel di Cars e Cars 2, vede tornare Saetta McQueen in una nuova avventura, alle prese questa volta con l’avvento di una nuova generazione di macchine da corsa inaugurata dal giovane Jackson Storm. La carriera del protagonista è a rischio e deve rinnovarsi per poter competere in gara… Questi sono i presupposti del terzo capitolo di questa saga animata, che vuole riportare l’atmosfera delle sue origini, ma allo stesso tempo dire qualcosa di nuovo.

Cars 3 e l’opportunità di migliorarsi

Cars 3: Recensione del film Pixar al cinema Giovedì 14 Settembre
Jackson Storm incarna la nuova generazione in Cars 3.

L’intenzione di aggiornarsi con i tempi, di cambiarsi per poter essere ancora competitivo è molto nobile da parte di Saetta McQueen. Il problema è che questo proposito non viene sviluppato, non porta a una conclusione coerente. Nel corso del film non vedremo il protagonista riuscire o fallire nel tentativo di migliorarsi: non c’è alcun tentativo. Pur volendo in teoria guardare al futuro, Cars 3 è un continuo guardare nostalgico al passato. A come erano belli i tempi di Cars, o addirittura i decenni precedenti. A quanto si stava meglio quando si stava peggio. Questa è un po’ la metafora di Cars 3 stesso: poteva dare qualcosa di nuovo rispetto al primo e al secondo film, ma sentiamo che non ci ha veramente provato… A partire dal protagonista.

Saetta McQueen torna protagonista in Cars 3

Se in Cars 2 il personaggio su cui si è puntato nel ruolo principale è stato Larry, Cars 3 vuole seguire più le orme del primo film. Così Saetta McQueen torna protagonista. Ritorna a impartire arroganza nei confronti del personaggio sfortunato di turno, che questa volta chiamasi Cruz Ramiréz. A fine film in qualche modo raggiunge una sorta di Nirvana, ma non chiede mai scusa per il suo comportamento. Il nostro eroe non guarda mai in faccia nessuno, e a maggior ragione nel terzo capitolo in cui non attraversa neanche un vero e proprio cambiamento. Tutto gira attorno alla sua necessità di trovare la felicità. Gli stessi co-primari sono funzionali all’autocompiacimento di Saetta.

Cars 3: Recensione del film Pixar al cinema Giovedì 14 Settembre
Saetta McQueen torna in Cars 3.

Che ne è dei personaggi femminili in Cars 3?

Siamo nel 2017 e il pubblico merita di più rispetto alla classica dicotomia che vuole le bambine giocare con le bambole e i bambini giocare con le macchinine. La Pixar con Cars  ha avuto più volte l’occasione  di spezzare gli stereotipi e mostrare come l’automobilismo sia un settore che non ha genere. E qui casca l’asino.  I personaggi femminili presenti in Cars 3 sono due: la compagna di Saetta, Sally, che esiste solo in quanto tale, e la nuova entrata, Cruz Ramiréz. E paradossalmente quest’ultima nonostante sia un co-primario e nonché l’allenatrice del protagonista risulta avere pochissima voce in capitolo, non essendo autonoma né riguardo il piano d’allenamento, ma soprattutto neanche su se stessa. Tutte le scelte che fa vengono sostanzialmente guidate dal protagonista, che sarebbe colui che lei avrebbe dovuto guidare. In pratica le donne non ci capiscono niente di queste cose e mai ne capiranno, parola di Cars 3.

Cars 3: Recensione del film Pixar al cinema Giovedì 14 Settembre
Saetta e Cruz in Cars 3.

Cars 3 e i due precedenti

Se Cars 2 era un film più volto all’azione in generale che al semplice ambito delle gare automobilistiche, Cars 3 ignora completamente questa pellicola, tornando direttamente sulla struttura del primo. Noi vediamo un percorso da parte del protagonista che lo porta poi a fare una scelta. Ma come abbiamo visto problemi come la scarsa presenza e importanza di personaggi femminili in scena, o la mancanza di una loro autonomia, ma anche il carattere incorreggibilmente presuntuoso e l’egocentrismo di Saetta McQueen, non solo ricorrono anche in questo nuovo capitolo, anzi risultano amplificati. Cars 3 è una pellicola che può accontentare i fan di Cars, ma non chi avrebbe voluto vedere qualcosa di più.

[yasr_overall_rating]

Rimanete aggiornati su tutte le novità a tema Cars 3 e cinema in generale mettendo “mi piace” e seguendo la nostra pagina Facebook: Talky Movie.

Commenta su Facebook!

Valentina Albora

View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS I Film in uscita